Zentangle e i pattern che sviluppano la parte destra del cervello

Numerosi studi hanno dimostrato che i due emisferi cerebrali presentino differenti capacità, tutte fondamentali nella realizzazione dei processi cognitivi e nella costruzione del pensiero in senso lato.

L’esercitazione grafica che propongo in questo articolo riguarda la realizzazione di un disegno Zentangle, realizzabile utilizzando l’emisfero destro del nostro cervello.

Un pò di storia…

La parola Zentangle deriva dalla fusione delle parole “Zen” e “Tangle”. La traduzione italiana è “Groviglio Zen”, ma in termini tecnici indica il pattern o motivo decorativo che si ripete con continuità per riempire uno spazio. Alcuni definiscono lo Zentangle come un’esperienza di arte meditativa poichè liberiamo la creatività utilizzando l’emisfero adibito allo sviluppo della creativitò, ma anche perchè può essere utile per concentrarsi, rilassarsi e migliorare la propria concentrazione. Questa particolare tecnica di disegno, è stata inventata dagli americani Rick Roberts, storico dell’arte, e Maria Thomas, calligrafa, per assegnare una definizione a quelle centinaia di disegnini intrecciati che tutti, nella vita, senza accorgercene, quando siamo sovrappensiero attorno ai bordi e alle pagine dei nostri quaderni oppure su post-it per gli appunti durante le conversazioni telefoniche. Si tratta di un effetto creativo molto curioso, in cui la spontaneità e l’inconsapevolezza della creatività e dell’astrattezza rivelano nei graphic designer professionisti, che abitualmente impiegano ed applicano questa tecnica, una studiata e minuziosa ricercatezza.

I disegni creati con la tecnica artistica dello Zentangle utilizzano pattern e schemi ripetitivi, ottenuti mediante puntini e linee, utilizzando l’emisfero destro del cervello, il cervello “poeta”, specializzato nell’elaborazione visiva e nella percezione delle immagini, nella loro organizzazione spaziale e nell’interpretazione emotiva.

 

Ma come si realizza un disegno Zentangle?

Nella tecnica Zentangle, seguendo le linee guida di un disegno iniziale fotocopiato o realizzato da zero, vengono riempite in maniera del tutto casuale con sequenze di segni (doodle), che ne riempiono tutti gli spazi bianchi.  Può essere ripreso più e più volte, effettuando ulteriori modifiche, e per realizzarlo è richiesto un formato portatile. In genere, le regole di un disegno Zentangle sono:
1) che il disegno sia fatto su carta bianca, con penna nera;
2) che le misure siano 8,5×8,5 cm;
3) che il disegno non venga mai colorato;
4) che il disegno non abbia alcun elemento figurativo ma risulti astratto;
5) che il disegno sia fatto in assoluta concentrazione.


In questa esercitazione utilizzeremo una variazione della tecnica Zentangle, realizzando un disegno con più colori e non limitandoci necessariamente ad un’esecuzione in bianco e nero. Sfrutteremo le conoscenze su motivi grafici (pattern) e texture per reinterpretare la sagoma di un animale e decorarla con segni, intrecci e piccoli motivi geometrici riempiendo tutta la superficie del disegno.

Seguiamo gli step per realizzarla:

1 STEP / Fotocopia di un animale
Scarica o fotocopia un disegno al tratto di diversi animali.

Spiegate in classe cos’è la tecnica Zentangle e fornite degli esempi pratici ed esempi su slide per far vedere in modo concreto di che cosa si tratta.

Occorrente:

  1. Una fotocopia raffigurante un animale al tratto
  2. Matita, gomma, temperino
  3. Pennarelli colorati
  4. Rapidograph

 

2 STEP / Post-It
Realizzate un campionario di Texture e Pattern diversi alla lavagna da far utilizzare a ciascun alunno durante l’esecuzione dell’esercitazione finale.

Distribuite un post-it ad ogni alunno, in modo da far creare un differente motivo grafico monocromatico a ciascuno.
Una volta terminato, disponeteli sulla lavagna, per renderli disponibili a chi vuole avere qualche punto di riferimento iniziale per creare i suoi pattern originali.

blackboard zentangle

 

3 STEP / Creazione pattern Zentangle
Fate disegnare motivi grafici spontanei e casuali. Il disegno va eseguito prima a matita e successivamente, una volta riempita tutta la superficie, rifinisci il disegno con pennarelli colorati o rapidograph se vuoi ottenere un disegno in bianco e nero.

 

Per dare un’occhiata alle altre esercitazioni grafiche e/o creative dei miei studenti, seguimi anche su Instagram! 😉

Post Author: La Prof

2 thoughts on “Zentangle e i pattern che sviluppano la parte destra del cervello

  • Ely

    (22 maggio 2016 - 19:58)

    Grazie!
    Esercitazioni sempre molto simpatiche. 😉

  • Hiris@rt

    (15 settembre 2016 - 09:36)

    Brava, grazie per la spiegazione.

Comments are closed.