Il mio museo

Con questa esercitazione ho dato la possibilità ai miei studenti di utilizzare la tecnica della prospettiva centrale intuitiva per creare ipotetiche stanze tridimensionali su una superficie piana bidimensionale.
Ognuno di loro ha scelto un tema della propria sala espositiva, creando l’ambientazione surreale o realistica di un museo progettato in modo personale.

Seguiamo gli step per realizzare questo lavoro:

1 STEP / Cos’è la prospettiva?

– Proponete ai ragazzi, prima di questa lezione, di svolgere una ricerca sul web per approfondire.
– Dopo aver parlato in generale della prospettiva, cercate esempi online da visionare durante la lezione.


2 STEP / Disegno della stanza.

Occorrente:

  1. Squadre
  2. Matita
  3. Gomma
  4. Foglio A4, disposto orizzontalmente

Tempo: 10 min.

 

– Spiegazione breve –

• Disegnare la linea di orizzonte (L.O.) a metà del foglio. La base del foglio coinciderà con la linea di terra (L.T.).
• Tracciare le diagonali e segnare il punto di fuga (P.F.) al centro sulla linea d’orizzonte .
• Per creare le pareti della stanza, tracciare due linee perpendicolari sulle diagonali, formando un rettangolo, collegando i vari punti.


• Suddividere, segnando con dei punti, la L.T. in 8 parti uguali (4,1 cm) e traccia una linea da ogni punto al punto di fuga centrale.

• Disegnare il punto D (Punto di Distanza: serve per disegnare le linee inclinate a 45°) sulla L.O., tracciando una diagonale dal vertice inferiore sinistro del rettangolo all’angolo destro in basso del foglio.

• Disegnare, usando sempre le DUE squadre, le linee orizzontali (che formeranno le piastrelle). Le linee orizzontali devono essere tracciate ad ogni intersezione sulla diagonale del punto D fra le linee che vanno da L.T. al punto di fuga.
Mantenere assolutamente il parallelismo con le due squadre!

• Per creare i pannelli e i quadri da mettere sulle pareti, innalzare le verticali e le orizzontali, per stabilire le altezze e gli spessori delle cornici e tracciare le linee leggere fino al P.F. per stabilire l’inclinazione corretta.
• Ricordare sempre che… se con le altezze si supera la L.O. vuol dire che gli elementi sono più alti dei nostri occhi, se si disegnano altezze al di sotto della L.O., vuol dire che gli elementi sono più bassi e quindi si vedrà anche il piano superiore.

– Spiegazione video –

Guarda con attenzione questo video per capire, in modo diretto, come eseguire correttamente l’esercitazione grafica.

Tempo: 1 ora


3 STEP / Esecuzione finale e collage.

Proponete il completamento, per la lezione successiva, durante la quale gli studenti incolleranno il materiale raccolto sul tema scelto per il proprio museo (foto, stampe, ritagli da riviste, ecc…). Ogni pannello disegnato, il supporto/ piedistallo disegnato sulla pavimentazione sarà completato con gli elementi da incollare.

ATTENZIONE: colorare tutta la stanza (con la tecnica preferita) prima del collage!

Occorrente:

  1. Forbici
  2. Colla stick
  3. Gomma
  4. Foglio di lavoro
  5. Matita
  6. Immagini e stampe per il collage

Tempo: 1 ora


 

Alcuni esempi…

N.B. I ragazzi hanno aggiunto dei supporti per ipotetiche sculture e pannelli a parete, con la tecnica del collage.

 

Per dare un’occhiata alle altre esercitazioni grafiche e/o creative dei miei studenti, seguimi anche su Instagram!


Sei un docente e vuoi utilizzare i template, ovvero i fogli di lavoro, che ho creato per svolgere le esercitazioni grafiche? Puoi trovarli qui.

Post Author: La Prof

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *